1. economia

    «La Toscana deve superare il nanismo d'impresa»

    di Cesare Peruzzi

    L'economista Giorgio Arfaras (nella foto), coautore del Rapporto sull'economia globale e l'Italia del Centro Einaudi-Ubi Banca, curato da Mario Deaglio, indica la strada per consolidare la ripresa e rafforzare il tessuto produttivo regionale. «La priorità è far ripartire gli investimenti», dice.

  2. sviluppo

    «Il freno alla crescita resta l'incertezza»

    di Cesare Peruzzi

    Alessio M. Ranaldo (nella foto), presidente di Confindustria Toscana, è preoccupato per i ritardi che la regione sta accumulando e punta a un coordinamento con le altre categorie economiche, i sindacati e le istituzioni. Il progetto Digital innovation hub partirà prima dell'estate.

  3. POST-VOTO

    Toscana più isolata
    col nuovo quadro politico

    di Pino Di Blasio

    La debacle del centro sinistra paradossalmente potrebbe rafforzare il Governo regionale guidato da Enrico Rossi, che però dovrà abbandonare la fase dell'economia di relazione, dei grandi progetti partoriti e sostenuti da alleanze politiche nazionali.

  4. Elezioni

    «Il futuro Governo metta l'impresa al centro»

    di Leonardo Testai

    Non fermare le riforme che hanno impattato positivamente sull'economia, e non frenare le opere infrastrutturali: la ricetta degli industriali toscani in vista del voto del 4 marzo.

  5. istituzioni

    Breda: «La riforma camerale andrà avanti»

    di Cesare Peruzzi

    Il presidente della Cdc della Maremma e del Tirreno e, da fine gennaio, anche di Unioncamere Toscana, è convinto che il processo riformatore non si fermerà. «In regione resteranno cinque soggetti - dice - sarà necessario unire le risorse per progetti comuni». L'economia della Costa può accelerare.

  6. JOBS

    I nuovi mestieri
    cambiano il mercato del lavoro

    di Niccolò Gramigni

    Nascono professioni un tempo neppure immaginabili. Le Università di Firenze, Pisa e Siena propongono corsi specifici (come quelli in geo-ingegneria, nano-technology e agribusiness), Confindustria mappa le aree di sviluppo.

  7. Finanza

    La Borsa conviene e la Toscana ci pensa

    di Leonardo Testai

    Tanta liquidità (grazie ai Pir) e incentivi: le condizioni per lo sbarco a Piazza Affari sembrano le più vantaggiose degli ultimi anni. Estra punta a quotarsi nel 2018 e altre aziende stanno valutando l'opzione.

  8. POLITICHE 2018

    Elettori toscani alla prova del nuovo sistema di voto

    di Antonio Floridia

    Cosa cambia con il Rosatellum e come si presenta la sfida del 4 marzo nei collegi della regione. L'elevata volatilità dell'elettorato (il 40% ha cambiato orientamento nel 2013 e nel 2014) rende incerte le previsioni e difficile la scelta dei candidati.

  9. consumi

    «Ripresa più forte e codice unico del commercio nel 2018»

    di Cesare Peruzzi

    Nico Gronchi (nella foto), presidente di Confesercenti Toscana, vede un consolidamento del trend positivo già in atto e dalla nuova legge regionale (prevista entro l'estate) si aspetta meno regole, più chiare, e un argine alla grande distribuzione.

  10. lavoro

    La Toscana cerca risposte per i mestieri ''difficili''

    di Leonardo Testai

    In regione le imprese fanno fatica a trovare un lavoratore su quattro, per scarsità di candidati o insufficiente qualificazione. Confindustria Firenze prepara una mappatura dei fabbisogni, le multinazionali aprono scuole ad hoc.

  11. emergenza acqua

    Nel 2018 si sbloccano le opere strategiche

    di Marta Panicucci

    L'Autorità idrica toscana aspetta l'approvazione delle modifiche alla legge regionale 69 che prevede un fondo speciale per il finanziamento dei grandi interventi. Intanto è quasi concluso il programma dei lavori urgenti.

  12. banche

    Bosio: «Credito a rischio stretta»

    di Cesare Peruzzi

    Il sistema bancario, in Toscana, chiude il 2017 con una frenata degli impieghi (-1,7%). «Le normative europee e la concentrazione dei grandi gruppi rendono difficile per le imprese accedere ai finanziamenti», dice il direttore generale di Banca Cambiano 1884.

  13. AGROINDUSTRIA

    Liberatore: «Il vino toscano può crescere ancora»

    di Silvia Pieraccini

    Nel 2017 si sfiorerà 1 miliardo di export. Per l'ex direttore del Consorzio del Chianti Classico, ora alla guida della società di certificazione Valore Italia, servono più soldi dalla Regione per la promozione e l'immagine dei prodotti agroalimentari e della Toscana.

  14. FIERE

    I tre poli in rilancio pensano al gioco di squadra

    di Niccolò Gramigni

    Carrara perde l'evento internazionale Marmotec ma lancia Carrara2, Arezzo sempre più legato al colosso Ieg, Firenze investe 70 milioni nella ristrutturazione della Fortezza da Basso. E la Regione studia sinergie tra i tre poli.