1. SENTENZA

    L'edificio da restaurare crolla? Non puoi più ricostruirlo

    di Enrico Amante

    Una sentenza del Consiglio di Stato limita gli interventi edilizi: se il regolamento urbanistico comunale prevede il restauro-risanamento conservativo, e l'edificio su cui si interviene crolla, si perde l'immobile e si diventa proprietari di un campo.

  2. LAVORO

    Agenzie formative: la Regione ammorbidisce la riforma

    di Silvia Ramondetta

    Tempi di applicazione più graduali e correttivi in chiave soft per alcuni dei requisiti richiesti. Resta in piedi il caposaldo e novità assoluta della nuova normativa: il rating. Nonostante questo i tecnici prevedono un discreto sfoltimento degli oltre 600 enti accreditati in Toscana.

  3. norme regionali

    Canoni idrici, il pasticcio è servito

    di Silvia Pieraccini

    Le aziende che riciclano non hanno (quasi) sconti. Quelle che producono idroelettrico subiscono una stangata. La Regione mette ordine nel groviglio di tariffe provinciali sull'utilizzo dell'acqua ma il risultato non corrisponde alle attese (se non per le casse pubbliche).

  4. bilancio regionale

    Stesse competenze
    ma con meno soldi

    di Alberto Chellini

    Taglio statale di 210 milioni di euro per il 2017, anche se la Regione spera in una rimodulazione. Arriva la "tassa" (fino a 100 euro) per sostenere esami abilitativi regionali all'esercizio di professioni e attività economiche. Tutte le misure.

  5. urbanistica

    La rigenerazione urbana all'ennesimo restyling

    di Enrico Amante

    Dal 2011 a oggi in Toscana non è decollato neppure un intervento a causa della complessità delle procedure. La sperimentazione fatta da 20 Comuni ha portato all'individuazione delle aree da riqualificare. Ora una modifica di legge prova a rilanciare l'istituto.

  6. istituzioni

    Big data? Solo per farsi belli (non per farsi misurare)

    di Barbara Gabbrielli

    Complicato calcolare la produttività dei consiglieri regionali, per la difficoltà a recuperare dati disseminati in pagine e siti. E pensare che dal 2012 la Regione ha la piattaforma OpenToscana dedicata ai dati aperti, e nel 2015 ha approvato una legge per conferirli. Ma la trasparenza resta sulla carta.

  7. spending review

    In Regione la guerra dei vitalizi

    di Alberto Chellini

    La legge che vieta il cumulo tra quello parlamentare e quello regionale, approvata a fine 2015, porterà un risparmio di 600mila euro quest'anno, destinato a salire a 1,75 milioni nel 2018 e a 2 milioni "strutturali" a regime. Ma 19 beneficiari su 26 hanno presentato ricorso al giudice ordinario (non al Tar).

  8. professioni

    I commercialisti si specializzano per contrastare la crisi

    di Barbara Gabbrielli

    Parte la Scuola di alta formazione tosco-ligure: 200 ore di lezioni e l'obiettivo del riconoscimento ministeriale (che ancora non c'è). Tutto esaurito il primo corso. La formazione salvataggio contro la crisi che nel 2016 ha fatto calare i fatturati del 30%.

  9. tributi

    Porti turistici nella giungla
    del catasto (e dell'Imu)

    di Barbara Gabbrielli

    I 12mila posti barca toscani restano sprovvisti di rendita, e dunque i Comuni non incassano Imu e Tasi. I contenziosi di Viareggio, Rosignano e Scarlino. L'incertezza normativa ferma gli investimenti privati.

  10. commercio

    Ambulanti alla prova
    delle gare comunali

    di Barbara Gabbrielli

    Gli effetti della direttiva europea Bolkestein: all'asta in Toscana 14mila licenze. I 'vecchi' titolari partono avvantaggiati. Requisito essenziale la regolarità contributiva. Il rebus delle licenze date in affitto.

  11. manovra

    Bilancio regionale
    con tagli chirurgici

    di Silvia Pieraccini

    In arrivo una manovra regionale da 150 milioni. La Regione pronta a rinunciare ad alcuni trasferimenti statali, anziché tagliare capitoli di spesa. Investimenti fermi a 100 milioni: andranno avanti solo i progetti cantierabili.

  12. LAVORO

    Arriva il rating: la riforma spaventa le agenzie formative

    di Silvia Ramondetta

    La Regione cambia l'accreditamento: debuttano requisiti economici, finanziari e strutturali e una graduatoria di qualità. Che però, a differenza di quanto annunciato, non servirà a decidere chi avrà il patentino regionale (oggi sono 630 enti, il quadruplo dell'Emilia). «Con questo testo ci costringono a chiudere», dicono le agenzie. Approvazione prevista entro ottobre.