Oggi | 13 giugno 2018 16:13

Accordo per salvare parte dei dipendenti Pratesi

Salvaguardia di una parte dei posti di lavoro e mantenimento sul territorio toscano della produzione, con la prospettiva di un rafforzamento. Questo in sintesi il risultato - secondo quanto reso noto dalla Regione - dell'accordo firmato oggi nella sede regionale che mette fine alla complessa vicenda della Defi-Pratesi, azienda di biancheria per la casa di lusso con sede nel Pistoiese finita in crisi , col marchio venduto dalla famiglia Pratesi a una società americana, J2 Brands group.

Per 51 dipendenti, in gran parte donne, erano state aperte procedure di licenziamento, mentre sei erano state riassunte da una nuova società commerciale costituita dalla famiglia Pratesi, battezzata Tre Righe. Ora si è fatta avanti la cooperativa Mexis di Monsummano Terme (Pistoia), che produce borse e scarpe per grandi brand, disponibile ad assumere 15 lavoratrici sulla base di un accordo con la Tre Righe che garantirà commesse per almeno un anno.

L'accordo firmato da Regione, sindacati, Tre Righe srl, Casatex srl in liquidazione, Confindustria Toscana Nord cristallizza tutto questo e prevede per i restanti lavoratori in esubero un futuro accordo sindacale per fissare incentivi.