Oggi | 16 aprile 2018 17:04

Per Toscana Life Sciences un 2017 di crescita


E' uno dei pochi incubatori d'imprese toscani che funziona, e che continua a crescere: la senese Toscana Life Sciences (Tls), gestita dall'omonima Fondazione, chiude il 2017 con fatturato e addetti in crescita e con un utile di 70mila euro.

Il bilancio approvato nei giorni scorsi dal consiglio di amministrazione indica un fabbisogno della gestione di 7,4 milioni di euro, coperti grazie al contributo della Fondazione Monte dei Paschi (895mila euro); alle risorse pubbliche per attività e servizi per 3,92 milioni di euro (supporto tecnico-scientifico fornito alla Regione Toscana per ricerca farmaceutica e biomedica; e protocollo d'intesa per la valorizzazione del Polo tecnologico sulle scienze della vita di Siena); alle entrate per attività di incubazione e servizi conto terzi per 2,68 milioni euro, in crescita del 15% rispetto al 2016.

Sul fronte delle ricadute territoriali, nel 2017 sono stati attratti complessivamente - tra Fondazione Tls, imprese e gruppi di ricerca - oltre 25 milioni di euro. Nei suoi dieci anni di vita - segnala la Fondazione - gli investimenti generati sul territorio hanno superato i 150 milioni di euro.

L'anno scorso le imprese e i gruppi di ricerca presenti in Tls hanno aumentato l'occupazione (242 addetti, in crescita del 19%, a cui si aggiungono i 41 della Fondazione), le collaborazioni, gli accordi e le licenze (arrivate a 310, +14%), così come è cresciuto il fatturato aggregato: 7,3 milioni di euro, che significa +27%. Sul fronte dell'attrazione sono entrati sei nuovi soggetti, due imprese incubate e quattro affiliate, a cui vanno aggiunte cinque nuove aziende affiliate nei primi mesi del 2018.

Intanto la Regione ha rinnovato l'accordo con Tls per il triennio 2018-2020 che prevede un contributo complessivo di oltre 4 milioni di euro. Fino al 2019 proseguirà anche l'attività di Tls come soggetto gestore del Distretto toscano Scienze della vita, con l'obiettivo di supportare le Pmi e rafforzare la collaborazione tra imprese e sistema della ricerca pubblica e privata in Toscana.

«Il 2017 - sottolinea il direttore generale Andrea Paolini – ci consegna dei risultati molto positivi, che vanno al di là di quanto avevamo previsto nei documenti programmatici. L'aver superato tutti gli obiettivi economico finanziari e di performance che ci eravamo posti dimostra le potenzialità del settore e l'efficacia del modello collaborativo messo in campo. Hanno contributo in modo determinante la qualità dei progetti che abbiamo promosso e supportato e la sinergia con tutti i soci di Tls, a partire dalla Regione Toscana e dalla Fondazione Mps».

«In dieci anni Tls è divenuta un soggetto centrale nel panorama regionale e nazionale - sottolinea il presidente Fabrizio Landi - una struttura snella, che permette di accelerare la creazione di impresa ma anche la ricerca di base».