Oggi | 10 aprile 2018 19:04

Manifattura Tabacchi, 200 milioni per la rinascita

Punta a diventare un centro d'attrazione di respiro internazionale per studenti, famiglie e turisti la futura Manifattura Tabacchi di Firenze che nascerà dall'investimento - valore stimato 200 milioni di euro - della società inglese Aermont Capital e di Cdp Immobiliare, annunciato oggi, 10 aprile, nella Sala d'Arme di Palazzo Vecchio alla presenza del sindaco Dario Nardella.

Aermont Capital - che tra l'altro ha in portafoglio la maggioranza della società olandese The Student Hotel impegnata a investire a Firenze in due strutture ricettive per studenti e turisti - intende trasformare l'area di sei ettari, con 16 edifici e 100mila metri quadrati di superfici coperte, costruita tra il 1930 e il 1940, nel nuovo quartiere moderno e 'smart' di Firenze, capace di "ricucire" la frattura tra il centro e la periferia ovest, dove sorge il quartiere più popoloso della città, vicino al parco delle Cascine e attraversato dalla ferrovia che sarà usata per realizzare la futura linea tranviaria 4 Stazione Leopolda-Piagge.

Il masterplan è firmato dalla studio olandese Concrete Architectural Associates e prevede di valorizzare gli edifici esistenti (sarà demolita solo una piccola area con nuova edificazione di 15mila mq). L'ex Manifattura Tabacchi ospiterà 30mila metri quadrati di residenze, 30mila mq di uffici e poco più di 30mila mq di ristoranti, negozi e strutture ricettive, tra cui un hotel di 100 camere e uno studentato di 350 camere che, con tutta probabilità, sarà sempre del network The Student Hotel. Ma spazio ci sarà anche per la formazione con la terza sede della scuola di moda Polimoda che ha già "prenotato" seimila metri quadrati (con opzione d'acquisto) vicino all'ingresso della Manifattura. L'area sarà aperta alla città, senza muri né cancelli, con l'idea di diventare un polo di aggregazione, lavoro, studio, divertimento.

Gli interventi di restyling sarà eseguiti per fasi, nell'arco (è la stima) di tre anni: si partirà a fine 2018 con i lavori di manutenzione straordinaria, in attesa della variante urbanistica che dovrà fare il Comune e del piano attuativo.

«Se consideriamo anche gli interventi in corso sui due Student Hotel, a Firenze Aermont ha in ballo quasi 400 milioni di investimenti», ha spiegato Giovanni Manfredi, managing director Aermont per l'Italia. «Questo è la più grande riqualificazione immobiliare di Firenze degli ultimi 20 anni», ha sottolineato il sindaco ipotizzando la creazione, per effetto della riqualificazione, di 3.400 posti di lavoro tra diretti e indiretti.