Oggi | 9 aprile 2018 17:03

Più erogazioni per il Microcredito di solidarietà (+16%)


L'assemblea dei soci di Microcredito di solidarietà spA, riunita oggi a Siena nella sede di Banca Mps, cofondatore della società e maggiore azionista, ha approvato il bilancio d'esercizio 2017, che si è chiuso con 229 erogazioni per un ammontare complessivo di 747.675 euro (+16,1% rispetto al 2016).

Con i finanziamenti concessi nel 2017, salgono quindi a 2.208 i prestiti erogati dalla costituzione del Microcredito di solidarietà, per un totale di 7.116.260 euro. L'azienda conferma così il suo impegno a favore delle persone in difficoltà e delle microimprese del territorio di Siena, Grosseto e Massa Carrara, con l'obiettivo di contrastare la povertà e il disagio sociale e facilitare l'accesso al credito di soggetti che non sono in grado di presentare tutti i requisiti richiesti solitamente dai tradizionali canali bancari.

«In un momento di particolare crisi economica, come quello che ha caratterizzato l'ultimo decennio, la possibilità di accesso al credito per le persone in difficoltà e per le microimprese che non possono rivolgersi al sistema bancario si conferma questione urgente e fondamentale per le zone in cui operiamo - ha dichiarato Mario Marzucchi, presidente di Microcredito -. Assume pertanto un grande valore sociale il contributo che abbiamo potuto fornire anche nel 2017 con l'ascolto attento dei bisogni, l'individuazione delle soluzioni più idonee e il seguimento delle richieste. Un risultato positivo reso possibile ancora una volta grazie al lavoro del personale distaccato da Banca Mps e dei numerosi volontari, appartenenti alle associazioni di volontariato, compresi consiglieri e sindaci revisori, che offrono i propri servizi gratuitamente con grande professionalità e discrezione».

Microcredito di Solidarietà opera attraverso 38 centri di ascolto in locali messi a disposizione da Banca Mps nella sede di Siena e presso le associazioni di volontariato nelle province di Siena, Massa Carrara e Grosseto, ma è proprio nella sede centrale che si sono registrate il maggior numero di richieste. Il 2017 ha confermato infatti una concentrazione quasi totale degli impieghi nel territorio provinciale senese (97,7%).
In linea con i precedenti anni, anche il bilancio 2017 si è chiuso con un risultato positivo, non tanto e non solo dal punto di vista economico, ma soprattutto per l'importante ruolo sociale e per l'operatività sviluppata a supporto della comunità locale.

Le operazioni hanno riguardato principalmente il microcredito sociale, destinato a promuovere progetti di inclusione sociale e finanziaria, con 172 prestiti per complessivi 568.800 euro, rispetto a quello produttivo per l'avvio o lo sviluppo di iniziative imprenditoriali e per l'inserimento nel mercato del lavoro, con 57 finanziamenti per un totale di 178.875 euro, di cui 44 per la formazione e 13 a favore di microimprese. A favorire questa crescita hanno concorso anche gli accordi e le convenzioni destinate a sviluppare i finanziamenti per la formazione, sia professionale che universitaria.