Oggi | 12 febbraio 2018 11:22

Alternanza scuola-lavoro punta su moda e pelletteria

Al via "Alternanza scuola lavoro - focus moda e pelletteria", la seconda edizione del progetto pilota avviato nel 2016 da Confindustria Firenze e Intesa Sanpaolo. Il progetto vede la partecipazione di una selezione di allievi della scuola superiore e di aziende del settore della provincia fiorentina. L'edizione di quest'anno è ampliata anche alla filiera di aziende della moda attive nel comprensorio metropolitano.

Sono 20 gli studenti coinvolti, del quinto anno istituti tecnici superiori Russell Newton di Scandicci, Benvenuto Cellini di Firenze e Arturo Checchi di Fucecchio. Due le modalità di formazione: una fase di 70 ore nei laboratori di Z lab (il progetto di alternanza scuola lavoro del gruppo Intesa Sanpaolo) e una di circa 50 ore in azienda.
L'obiettivo del programma è quello di preparare i ragazzi al mondo del lavoro attraverso una esperienza di apprendimento e sperimentazione.

«Interventi come questi sono una formidabile risorsa per le imprese e gli studenti del territorio che possono reciprocamente conoscersi e creare le basi per un futuro inserimento lavorativo - dice Luigi Salvadori, presidente di Confindustria Firenze -. Alle imprese oggi servono figure professionali capaci e di passo con l'innovazione ed è anche grazie a progetti come questo che possono essere formate le professionalità adeguate. Il lavoro di squadra con Intesa Sanpaolo e Camera di commercio sta provando ad accorciare lo storico divario scuola-impresa. Firenze deve essere un luogo di opportunità, soprattutto per i giovani».

«Questo progetto rappresenta un costruttivo esempio di collaborazione tra il mondo della scuola, dell'impresa e della banca, a beneficio di tutti i soggetti in gioco», commenta Luca Severini, direttore regionale Toscana e Umbria di Intesa Sanpaolo.