Oggi | 11 gennaio 2018 18:58

Altri due piccoli Comuni verso la fusione

Parte l'iter per la fusione di altri due Comuni toscani, dopo le cinque operazioni di accorpamento tentate nell'ottobre scorso (solo due andate a buon fine ).

Ora saranno i residenti di Castiglione di Garfagnana e di Villa Collemandina, piccoli paesi in provincia di Lucca, a votare al referendum consultivo per la nascita, a partire dal primo gennaio 2019, del Comune unico di Villa di Castiglione che avrebbe tremila abitanti (1.800 di Castiglione e 1.300 di Collemandina).

A dare il via al referendum è stata, a maggioranza, la commissione Affari istituzionali del Consiglio regionale, presieduta da Giacomo Bugliani, che ha ascoltato i sindaci dei due Comuni, Daniele Gaspari e Dorino Tamagnini. I sindaci - spiega un comunicato - hanno presentato «due realtà contigue non solo per territorio ma anche per servizi, sottolineando la necessità di dare una nuova organizzazione nell'interesse della popolazione».

Oggi - dopo le 13 fusioni realizzate negli ultimi cinque anni e mezzo - i Comuni in Toscana sono scesi da 287 a 274.

Leggi anche:Via libera ai nuovi Comuni all'Elba e in Valdarno (1/12/2017)

Leggi anche: Dodici Comuni al voto su cinque fusioni (27/10/2017)