Oggi | 11 gennaio 2018 08:10

Accordo Snaitech, salvi 14 dipendenti

Si chiude la vertenza Snai, l'azienda leader nel settore delle scommesse (1.569 punti vendita e corner sportivi) con base a Porcari (e sedi anche a Milano e Roma). E' stato trovato un accordo tra il gruppo (che nel febbraio 2017 ha acquisito Cogemat-Cogetech, azienda attiva nel settore gaming, cambiando la denominazione in Snaitech) e i sindacati, che permette di salvare 14 lavoratori, per i quali era stata riaperta la procedura di licenziamento.

Snai, nel marzo 2016, aveva annunciato la mobilità per 66 dipendenti: dopo una lunga trattativa, il 26 maggio era stato raggiunto un accordo con i sindacati che prevedeva il fondo di integrazione salariale per 26 settimane e un incentivo all'esodo. Dei 66 dipendenti, 52 sono usciti dal gruppo, mentre 14 sono stati ricollocati in altre sedi (o hanno mantenuto la stessa sede, ma con riduzione di orario).

«Siamo soddisfatti, è una buona notizia, che chiude un periodo molto complicato - dice Massimo Braccini, coordinatore nazionale Fiom-Cgil -. A breve inizieremo a discutere della contrattazione aziendale per tutti i lavoratori Snaitech delle varie sedi in Italia con l'apertura di un tavolo nazionale».

Leggi anche: Snai, no alla proroga dell'integrazione salariale (30/11/2017)