Oggi | 12 ottobre 2017 05:52

Debutta la community del Murate Idea Park


Supportare la crescita di una nuova generazione di imprenditori, manager, professionisti, che possano contribuire a rinnovare e valorizzare il tessuto imprenditoriale del territorio: è questa la mission della community di Murate Idea Park, l'incubatore promosso dalla Scuola di Scienze aziendali e tecnologie industriali di Firenze, con base proprio nel complesso delle Murate.

«La community - sostengono i promotori - è il soggetto evangelizzatore di "open innovation" tra le imprese operanti nel territorio; miniera di risorse umane pronte a muoversi in un mercato che sta affrontando la rivoluzione digitale. Il driver principale è la formula cooperativa, con struttura e regole per cui alla fine del percorso "da idea a start up", non ci saranno perdenti, ma tutti i membri della Community, nel contribuire a realizzare un interesse generale avranno sviluppato anche i propri interessi professionali e aziendali».

La presentazione della community è avvenuta ieri con un evento aperto: «Diamo il benvenuto - ha affermato Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di commercio - a un nuovo spazio infrastrutturale e di networking per tutte le start-up che ci vogliono provare. Camera di commercio di Firenze è a disposizione per aiutare queste realtà in tutte le loro esigenze».

«Sosteniamo le nuove frontiere dell'economia, legate a imprese innovative, giovanili e di coworking», ha affermato l'assessore comunale allo Sviluppo economico, Cecilia Del Re, sottolineando che «questo spazio, Murate Idea Park, va in questa direzione, e come amministrazione siamo felici che trovi casa nel cuore della città un esempio di rigenerazione urbana a servizio della cittadinanza e delle sue nuove idee di impresa». Per Alessandro Sorani, presidente di Confartigianato Firenze, è «uno spazio innovativo, digitale, tecnologico, ma attento anche alle tradizioni della nostra città. Artigianato e tecnologia mai così vicini».