Oggi | 12 ottobre 2017 05:57

In autunno 7mila nuove assunzioni previste a Pisa


Le assunzioni programmate dalle imprese pisane nel periodo settembre/novembre 2017, comprensive dei contratti a tempo indeterminato e a tempo determinato, anche di natura stagionale, e dei contratti di somministrazione e di collaborazione non dipendente, sono 6.880. Lo rivelano i dati Excelsior della Camera di commercio, secondo cui il 79% degli ingressi previsti saranno di lavoratori dipendenti, il 66% opererà nei servizi, il 32% sarà under 30 ed il 16% certamente una donna.

Il 17% dei posti (1.170 ingressi) sarà per figure qualificate come dirigenti, specialisti e tecnici (profili high-skill): una quota leggermente superiore a quella regionale (16%) ma inferiore alla media nazionale che arriva al 21%. Specialisti in scienze informatiche, fisiche e chimiche (60 ingressi), operai metalmeccanici ed elettromeccanici (330) operai specializzati e conduttori del comparto moda (550) sono i profili che le aziende pisane faticheranno di più a trovare sul mercato: nel caso degli specialisti di scienze informatiche, fisiche e chimiche e operai specializzati e conduttori del comparto moda la questione sta sopprattutto nel ridotto numero di candidati, mentre per gli operai metalmeccanici ed elettromeccanici il problema è l'inadeguata qualificazione e competenza.

«Per migliorare il rapporto tra il mondo del lavoro e la scuola Camera di commercio di Pisa, assieme alla Fondazione per l'innovazione e lo Sviluppo imprenditoriale Isi, ha progettato percorsi di alternanza scuola-lavoro mediante la definizione di moduli e contenuti standardizzati per il settore agroalimentare e turistico», dichiara Valter Tamburini, presidente della Camera. «I percorsi - prosegue - chiamati "L'Alternanza è servita", si propongono di essere utili non solo per gli studenti e le scuole, che si ritroveranno pacchetti già pronti, ma anche per il nostro sistema imprenditoriale che avrà un bacino di lavoratori più qualificati dal quale attingere per le proprie attività».