Oggi | 11 ottobre 2017 09:40

Controlli sull'export alimentare, nuove linee guida


La Regione Toscana ha approvato le nuove linee guida per il controllo ufficiale e l'attività di certificazione in ambito di esportazioni di animali, alimenti, mangimi, sottoprodotti, ovuli, materiale seminale verso i paesi terzi. Il testo licenziato dalla giunta prevede indirizzi univoci per controlli e certificazioni, e un tariffario delle prestazioni armonizzato con quello delle altre regioni.

Duplice l'obiettivo, secondo la Regione: «Tutela della salute innanzitutto ma al contempo, un sostegno all'export. Un paese terzo importa infatti tanto più volentieri quanto più riconosce l'efficacia dei controlli ufficiali del paese che spedisce, con il conseguente vantaggio per lo sviluppo economico del paese esportatore».

Remo Grassi, presidente della sezione Alimentari di Confindustria Toscana Sud, ha espresso così la sua soddisfazione: «Le linee guida approvate rappresentano un ottimo risultato, frutto di una concreta collaborazione tra l'assessorato e le nostre imprese, e daranno un forte impulso alle esportazioni dei prodotti toscani». Per Stefania Saccardi, assessore regionale alla salute, «abbiamo dato una risposta concreta alla richiesta del mondo produttivo di superare eccessive rigidità e burocratizzazione, che colpivano soprattutto le piccole aziende di uno dei settori d'eccellenza della nostra regione».