Oggi | 12 settembre 2017 09:29

Proxy42 punta al raddoppio del fatturato

Un 2017 in forte crescita per Proxy42, l'azienda - fondata nel 2012 dal 39enne livornese Francesco Ferrazzino - produttrice dell'app "Father.Io", un gioco sparatutto basato sull'idea innovativa di trasformare la realtà che ci circonda in una guerra virtuale. La startup, che ha sede principale negli Stati Uniti, a San Francisco, ha progettato un lasertag, chiamato "Inceptor", da fissare sugli smartphone: in questo modo il proprio device crea una battaglia virtuale e si trasforma in una pistola.

L'azienda, dopo aver lanciato l'applicazione in closed beta, entro fine anno presenterà la versione definitiva: «Contiamo di chiudere il 2017 con un giro d'affari raddoppiato rispetto al 2016, arrivando dunque a toccare quota 1,2 milioni di dollari - dice Ferrazzino -. Tra le novità positive, la fiducia di Lenovo e iDream Sky, colossi che hanno investito due milioni e ci faranno crescere. Lenovo è il più grande produttore di personal computer nel mondo, iDream Sky è un gruppo cinese specializzato nel pubblicizzare videogiochi europei e americani all'interno del mercato cinese. Father.Io vuole conquistare Europa e America, ma nei prossimi mesi arriveremo anche in Giappone e Cina».

Proxy42, 20 collaboratori, punta a crescere anche grazie all'ingresso di due figure nella startup: l'ex Disney Craig Allen (sarà creative strategist) e Nicola Conte (con un passato nell'azienda americana GoPro), nuovo direttore vendite.

Leggi anche: Father.Io, il videogioco che utilizza la realtà (15/6/2017)