Oggi | 12 settembre 2017 12:56

Primo semestre in rosso per Frendy Energy

Sensibile riduzione dell'indebitamento finanziario per il gruppo Frendy Energy, ma nel primo semestre 2017 soffrono i principali indicatori economici. Il consiglio di amministrazione ha approvato il bilancio al 30 giugno della società fiorentina attiva nella produzione di energia idroelettrica,che a breve passerà sotto il controllo di Edison .

L'indebitamento finanziario netto è sceso a 3,3 milioni, dai 9 milioni di un anno prima, ma il valore della produzione registra un calo su base annua del 18% a 1,2 milioni, a causa della bassa piovosità e della cessione di alcune centrali.

Sul fronte dei margini, l'Ebitda è ferma a 0,6 milioni (1,3 milioni nel pari periodo 2016), mentre l'Ebit segna una perdita di 18mila euro, rispetto all'utile di 280mila del 2016. La perdita netta di pertinenza è di 208mila euro, rispetto al risultato positivo di 19mila di fine giugno 2016.

Nella prima metà del 2017 il gruppo ha proceduto con l'installazione di tre impianti, la cui imminente entrata in esercizio, una volta allacciati alla rete Enel, secondo l'azienda darà un contributo economico significativo.