Oggi | 11 agosto 2017 14:47

Elba, il 29 e 30 ottobre il referendum per Rio ''unico''

I cittadini di Rio Marina e Rio nell'Elba sono chiamati al voto per il referendum sulla fusione dei due Comuni il 29 e 30 ottobre. Pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana il provvedimento, firmato dal presidente Enrico Rossi, per l'indizione del referendum e il quesito.

«Siete favorevoli alla proposta di istituire il Comune di Rio, per fusione dei Comuni di Rio Marina e Rio nell'Elba, di cui alla proposta di legge n. 187 (Istituzione del comune di Rio, per fusione dei Comuni di Rio Marina e Rio nell'Elba)?»: questa la domanda a cui dovranno rispondere i cittadini dei due Comuni elbani.

Claudio De Santi, sindaco di Rio nell'Elba, parla di «progetto di riunificazione (e non di unione per la prima volta) in quanto i due comuni sono stati sempre uniti fuorché negli ultimi 135 anni. Un progetto che tende a razionalizzare le risorse umane e quindi le spese in un territorio che è assolutamente omogeneo».

Approva il Comune unico anche Renzo Galli, sindaco di Rio Marina che spiega: «Comuni di queste dimensioni avranno sempre maggiori difficoltà ad erogare servizi e le varie forme di associazione (funzioni associate o unioni) non hanno dato i risultati attesi.
Si tratta quindi di percorrere una strada necessaria per successive aggregazioni fra comunità omogenee, come nel nostro caso, che spero diventi una buona pratica».

Dopo l'esito negativo del referendum sulla proposta di iniziativa popolare per il Comune unico di tutta l'isola, la Giunta regionale è ripartita da un'ipotesi più ristretta, che porterebbe, intanto, alla fusione di due degli otto Comuni dell'isola.