Oggi | 11 agosto 2017 10:18

Ok dei dipendenti Fapim all'accordo sindacale

Fumata bianca. Accordo, votato dal 90 % dei lavoratori, per la Fapim di Altopascio, in provincia di Lucca: 400 dipendenti, 40 milioni di fatturato, leader mondiale nel settore serramenti e nella cosiddetta minuteria metallica, comparto metalmeccanico. Il salario verrà ridistribuito in base all'andamento.

«L'esito positivo della trattativa è arrivato dopo anni di buoni rapporti sindacali e il costante coinvolgimento dei dipendenti – comunica Narcisa Pellegrini di Fim Cisl Lucca - possiamo parlare quindi di una svolta: per la prima volta in 43 anni si riconoscerà salario aggiuntivo ai lavoratori che hanno in tutti questi anni sopportato sacrifici per una crisi che sembra essere superata».

Nell'accordo c'è, inoltre, l' impegno reciproco ad effettuare confronti  annuali tra Rsu e impresa per il monitoraggio di quanto sottoscritto. Soddisfazione per il sindaco di Altopascio, Sara D'Ambrosio, che dopo Toscana Pane incassa una seconda buona notizia sul fronte lavoro in pochi giorni: «Impresa all'avanguardia, che investe in ricerca e formazione. E' prestigioso avere una simile realtà ad Altopascio e siamo contenti che in un contesto economico e occupazionale difficile, che riguarda il nostro comune ma in generale il nostro Paese, esista e operi una realtà positiva che cresce».