Oggi | 10 agosto 2017 06:55

«Carrara riparte se facciamo investire le industrie»


«Quando il sindaco Francesco De Pasquale afferma che per rilanciare Carrara non bisogna puntare sull'industria, ma su turismo, terziario ed un primario di nicchia e qualità non capisco proprio a cosa si riferisca». E' la risposta di Erich Lucchetti, presidente della delegazione apuana di Confindustria, alle dichiarazioni del neosindaco di Carrara, a proposito dei dati Istat secondo cui Carrara è uno dei primi 50 comuni italiani da cui sono partiti più giovani dal 2008 ad oggi.

«Le sue mi sembrano considerazioni teoriche, lontane dalla realtà», ha detto Lucchetti, secondo quanto riporta Il Tirreno, sottolineando che «il nostro territorio potrà uscire dalla crisi solo se invogliamo le industrie ad investire, creando quelle condizioni che attualmente mancano». Il rappresentante degli industriali concorda con De Pasquale, invece, sul punto del rispetto dell'ambiente: «La tutela della salute e della sicurezza rappresentano obiettivi primari per tutte le aziende».