Oggi | 10 agosto 2017 08:39

«Abbiamo "miniere d'acqua" che non sfruttiamo»

Siccità, il peggio ci aspetta. Lo dice Pietro Laureano (nella foto sulla sua piscina di acqua piovana), architetto urbanista, esperto Unesco per le zone aride.

Ma qual è la ricetta di Laureano per limitare i danni della siccità prima tra tutti l'agricoltura? «L'acqua è intorno a noi, dobbiamo imparare a captarla, a produrla. Ogni casa potrebbe essere autonoma se disponesse di una cisterna per la raccolta delle acque piovane, la potremmo produrre con le gallerie drenanti che captano i flussi di umidità atmosferica e le precipitazioni occulte, trasformandoli in acque libere. Ma anche con i tumuli di muro a secco che lasciano filtrare l'acqua a vantaggio dei terreni». Le "miniere d'acqua", come le chiama Laureano, esistono in tutto il mondo basta saperle trovare.

Leggi qui l'articolo completo