Oggi | 9 agosto 2017 08:14

Il Sant'Anna in corsa per la formazione 4.0


Il Sant'Anna di Pisa, in partnership con la Normale, è fra gli atenei che si candidano a conquistare la qualifica di centro di competenza per la seconda fase di Industria 4.0, quella legata alla formazione e al lavoro 4.0, che dopo l'estate entrerà nel vivo: secondo quanto scrive oggi Il Sole 24 Ore, sono sette gli atenei italiani in corsa, fra cui i tre Politecnici (Milano, Torino e Bari), l'Università di Bologna, la Federico II di Napoli e la rete degli atenei veneti capitanati dall'Università di Padova.

«A Pontedera faremo una research factory - spiega Paolo Dario, direttore dell'Istituto di BioRobotica - un luogo dove le imprese porteranno i loro bisogni. Noi metteremo a disposizione i nostri ricercatori, le nostre attrezzature e le partnership internazionali per offrire soluzioni concrete». Dario indica in alcuni ex capannoni della Piaggio, accanto all'istituto, la sede ideale: «A fianco ci sono grandi aziende con cui abbiamo già collaborazioni e a pochi metri ci sono i nostri 250 ricercatori, di cui 90 dottorandi con punti di forza nella robotica e negli ambienti virtuali».