Oggi | 14 luglio 2017 14:15

Barberino-Firenze Nord pronta ad aprile 2020

Sul sito Internet del Comune di Calenzano (aggiornato al 6 luglio 2016) la conclusione dei lavori della terza corsia sull'A1, nel tratto Barberino di Mugello-Firenze Nord (17,5 km), è prevista nel 2017. Nel monitoraggio al Piano regionale Infrastrutture e mobilità, approvato poche settimane fa dalla Giunta, la fine lavori è ipotizzata per il 2018. Ma la scadenza "vera" è un'altra: «L'opera sarà aperta al traffico nell'aprile 2020», hanno annunciato stamani Regione Toscana e Autostrade per l'Italia, certificando lo stato di avanzamento dei lavori al 40%.

L'assessore alle Infrastrutture, Vincenzo Ceccarelli e il condirettore Nuove opere di Autostrade, Roberto Tomasi hanno fatto un sopralluogo alla galleria di Santa Lucia a Barberino di Mugello, lunga 7,7 chilometri e scavata da una maxi fresa, la più grande mai utilizzata in Europa.

Più che sui ritardi dell'opera, che vale 800 milioni di euro, il sopralluogo è servito a fare il punto sulle tecnologie all'avanguardia. «Sono tecnologie in grado di aumentare le prestazioni e la sicurezza e al tempo stesso diminuire l'impatto ambientale», ha detto Ceccarelli. «Stiamo realizzando un'opera fondamentale - ha aggiunto - e, visto che non è facile realizzare opere pubbliche nel nostro Paese, vedere un cantiere che procede in maniera così organizzata e spedita è veramente un segnale di speranza».

Ceccarelli ha poi ricordato l'impegno complessivo di Autostrade in Toscana: oltre alla terza corsia Barberino-Firenze Nord deve essere realizzata quella Firenze sud-Incisa Valdarno, sempre sull'A1 (ancora non sono partiti i lavori della galleria di San Donato), e poi la terza corsia Montecatini-Firenze sull'A11.

Leggi anche: Grandi opere, piccoli passi. Con l'incubo 'project review' (6/7/2017)