Oggi | 13 luglio 2017 13:30

La Bei presta 230 milioni al Comune di Firenze

La Banca europea per gli investimenti (Bei) sostiene con 230 milioni il Comune di Firenze per l'implementazione del piano triennale di investimenti nei cosiddetti progetti «intelligenti e sostenibili» (smart city projects, secondo la definizione europea).

La firma del prestito quadro è stata perfezionata a Palazzo Vecchio tra i rappresentanti della banca dell'Unione europea e quelli dell'amministrazione comunale. La durata fissata del prestito è di 20 anni, «con tassi - afferma una nota dell'istituto - basati sulle condizioni favorevoli della raccolta Bei».

Il prestito coprirà le spese per realizzare opere a Firenze entro il 2021: in particolare le risorse saranno concentrate su sviluppo urbano, mobilità sostenibile, tecnologie dell'informazione e della comunicazione e ammodernamento degli edifici pubblici. Il finanziamento, specifica l'istituto, può essere anche esteso a interventi più grandi come la costruzione di una nuova fase della tranvia di Firenze (linee 2 e 3) e la riqualificazione del polo espositivo della Fortezza da Basso.