Oggi | 13 luglio 2017 07:57

Partecipate, in Toscana a rischio 2.300 posti

Sono 2.331 gli addetti in Toscana potenzialmente interessati alle ristrutturazioni sulle società partecipate dalla Pubblica amministrazione (Pa). I tagli, scrive Il Sole 24 Ore oggi in edicola, hanno coinvolto più di 26.500 addetti, e gli obblighi di cessione scritti nella nuova riforma dovrebbero riguardare altre 19mila persone. Ma se i parametri fissati dal decreto attuativo della delega Madia saranno attuati pienamente, gli addetti coinvolti da fusioni, cessioni o liquidazioni potrebbero arrivare intorno a quota 150mila. 

Secondo le stime del primo studio Ires-Cgil sull'occupazione (che prende in considerazione un totale di oltre 20mila posti di lavoro a rischio) la Toscana è la tra le regioni più coinvolte: soltanto Sicilia (4.642 addetti) e Lombardia (2.729) hanno numeri più elevati.