Oggi | 31 maggio 2017 14:26

Meteo e calendario spingono il turismo in Toscana

Meteo e calendario trainano le presenze turistiche in Toscana, che si conferma tra le mete più ambite in Italia, e che si prepara a registrare il tutto esaurito per il ponte del 2 giugno.

E' questo il quadro che emerge dall'indagine previsionale dei flussi turistici condotta dal Centro studi turistici per Confesercenti su 1.819 operatori della ricettività, sia alberghiera che extra-alberghiera a livello nazionale.

A contribuire alla crescita sono soprattutto gli stranieri, ma si registra un aumento anche del flusso di italiani in particolar modo nelle località balneari. Per quanto riguarda la scelta della struttura turistica, secondo il rapporto di Confesercenti, i turisti preferiranno il sistema ricettivo ufficiale con oltre 500 mila pernottamenti a fronte di oltre 300mila previste nelle strutture extralberghiere.

Il turismo ha iniziato a dare segnali di vivacità già ad aprile. Grazie alla cadenza ravvicinata della Pasqua e del ponte del 25 aprile, la Toscana ha superato i 2,8 milioni di pernottamenti (con una crescita del +8% rispetto al 2016). Anche il ponte del 1 maggio si è chiuso in crescita, con circa 300 mila presenze (+1,8 rispetto allo stesso periodo del 2016) ed un giro d'affari di circa 40 milioni di euro.

Guida la crescita il turismo della costa, seguito dalle città d'arte e dalla campagna toscana; performance più deludenti per montagna e località termali.

«La nostra regione si conferma tra le mete più ambite, dal turismo nazionale e straniero, del nostro Paese; e dopo un primo trimestre del 2017 piatto, i ponti di primavera hanno dato una forte spinta al settore turistico in Toscana - commenta Nico Gronchi, presidente di Confesercenti Toscana -. L'avvio positivo della stagione turistica – aggiunge - ci fa ben sperare per l'incremento dell'occupazione».