Oggi | 19 maggio 2017 16:32

Legalità nella logistica, la Cgil chiede un'intesa

Un protocollo per la legalità e la sicurezza sugli appalti e la movimentazione merci: questa la proposta che la Filt-Cgil regionale ha avanzato oggi alla Regione Toscana, all'interno di un convegno sul tema a Firenze, occasione per fare il punto su un settore dove, negli ultimi anni, le condizioni di lavoro sono mutate profondamente con l'esplosione dell'e-commerce (con relative consegne in tempi rapidi), e l'emergere di fenomeni di caporalato.

Fra i punti cardine della proposta Cgil, un'applicazione contrattuale corretta all'interno degli appalti di logistica «che possa evitare dumping tra le imprese e sottopagare i lavoratori», il contrasto «alle tante cooperative spurie che inquinano il mercato", e l'applicazione delle norme di prevenzione e sicurezza sul lavoro in base ai dati degli infortuni nel comparto».

L'assessore Bugli, per conto della Regione, ha aperto al dialogo: «Sul tema della logistica - ha detto - si apre un confronto con il sindacato, le istituzioni, gli organismi di controllo, e si vede se partendo dalla lettura intelligente dell'Osservatorio degli appalti si possono fare anche altre cose».