Oggi | 19 maggio 2017 13:42

Fibra, a dicembre l'udienza sul ricorso di Telecom

E' stata fissata per il prossimo 4 dicembre l'udienza di merito per la valutazione della gara Infratel (società in house del Mise) sulla banda larga. Con una serie di ordinanze il Tar del Lazio ha ritenuto di affidare all'udienza di merito la trattazione di cinque ricorsi proposti da Telecom Italia per contestare i provvedimenti di aggiudicazione definitiva a Enel open fiber dei cinque lotti della procedura di gara (del valore di 1,4 miliardi) indetta per la realizzazione della rete in banda ultralarga "di Stato" nelle aree bianche, in cui gli operatori non hanno convenienza a investire in autonomia, di Abruzzo e Molise, Emilia-Romagna, Lombardia, Toscana e Veneto.

La rete pubblica ha una concessione ventennale: per la Toscana è si tratta di una partita da 222 milioni. Il Tar ha considerato che «le questioni poste nell'ambito dell'impugnativa in esame necessitano dell'approfondimento tipico della sede di merito attraverso la celebrazione della pubblica udienza che può essere fissata sin d'ora al 4 dicembre 2017» anche al fine «di avere un quadro completo della vicenda contenziosa». I giudici amministrativi, inoltre, hanno ritenuto di fissare un'apposita camera di consiglio, il prossimo 5 luglio, per esaminare il ricorso per l'accesso agli atti della gara proposto dalla stessa Telecom.

«I lavori per portare la banda larga nei primi comuni - fanno sapere da Enel open fiber - potranno partire già entro la fine del 2017».

Leggi anche: Banda ultralarga a Enel open fiber: a luglio i cantieri (13/3/2017)