Oggi | 18 maggio 2017 16:00

«Tirrenica, necessario abbandonare il progetto»

«La notizia che la Commissione europea ha deferito l'Italia alla Corte di giustizia europea per aver rinnovato, per 18 anni, la concessione a Sat per la gestione dell'A12 Civitavecchia-Livorno senza passare per una gara d'appalto è un pieno riconoscimento delle nostre buone ragioni, da sempre sollecitate con ricorsi, memorie ed incontri in sede Ue fin dal 2009». Lo affermano in una nota congiunta Legambiente, Wwf, Terra di Maremma, Comitato per la bellezza, Rete dei comitati per la difesa del territorio, Fai e Italia Nostra.

«Per questo motivo - dicono gli ambientalisti - chiediamo al ministro Delrio di revocare la concessione a Sat, abbandonare definitivamente il progetto di autostrada e procedere con l'adeguamento dell'Aurelia, la soluzione più efficace e immediata per la messa in sicurezza e la mobilità del territorio maremmano. Vogliamo ricordare che il ricorso del 2009, a cui fa riferimento la Commissione europea era proprio quello promosso da associazioni ambientaliste e comitati, per segnalare che la proroga senza gara assicurata a Sat dal Governo era in contrasto con le direttive europee».

Le associazioni «hanno costantemente seguito tutta la vicenda in sede Ue e consegnato alle commissarie europee Bienkowska e Vestager, una ulteriore memoria per fare il punto sul progetto Sat e le prescrizioni contenute nell'allegato Infrastrutture al Def 2017, compresa la verifica di valutazione comparativa con il progetto di adeguamento dell'Aurelia, informando di queste novità Bruxelles».

Leggi anche: Per la Tirrenica l'Italia finisce davanti alla Corte Ue (17/5/2017)