Oggi | 17 maggio 2017 15:18

Snai, il 26 maggio la firma dell'accordo a Roma

Il 26 maggio sarà un giorno cruciale per i lavoratori di Snai, azienda leader nel settore delle scommesse (1.569 punti vendita e corner sportivi), con base a Porcari (Lucca) e sede legale a Milano.

Il gruppo aveva annunciato, lo scorso 7 marzo, la mobilità per i 53 lavoratori della sede lucchese (66 in Italia). Dopo una lunga trattativa, il 5 maggio è stato raggiunto un accordo con i sindacati, ribadito nell'incontro di ieri (nella sede di Confindustria Firenze): il 26 maggio al Ministero del lavoro a Roma ci sarà la sottoscrizione definitiva dell'intesa.

L'accordo prevede fondo integrazione salariale per 26 settimane, a partire dal 3 luglio per evitare i licenziamenti con rotazione dei lavoratori e un incentivo all'esodo per coloro che accetteranno di dimettersi.

«Questa intesa - commenta Massimo Braccini, coordinatore nazionale Fiom del gruppo Snai - rappresenta un punto di svolta. Siamo soddisfatti ma non rinunceremo a vederci riconosciuti gli ammortizzatori sociali previsti dal settore industria metalmeccanica e ai versamenti che i lavoratori hanno effettuato nel corso degli ultimi 15 anni, in quanto l'azienda era e continua a essere inquadrabile nell'industria».

Leggi anche: Snai, intesa vicina con i sindacati (5/5/2017)

Leggi anche: La Regione chiede a Snai di sospendere la mobilità (30/3/2017)