Oggi | 18 aprile 2017 17:24

Beccastrini confermato segretario regionale Fim-Cisl


Alessandro Beccastrini è stato confermato alla guida della Fim-Cisl Toscana, al termine del Congresso regionale svoltosi oggi a Firenze: un'assemblea congressuale a cui ha partecipato anche il leader nazionale dei metalmeccanici Cisl, Marco Bentivogli. In segreteria con Beccastrini sono stati eletti anche il livornese Fausto Fagioli e il senese Giuseppe Cesarano.

Nella relazione al congresso Beccastrini, dal 2015 alla guida della Fim regionale, si è soffermato sulle difficoltà del settore metalmeccanico che in Toscana «ha perso dal 2009 al 2014 quasi il 3% sulla competitività delle imprese», e ha fatto registrare «un picco negativo sull'occupazione di 11.700 occupati persi in 5 anni», evidenziando però «un'inversione di tendenza, con il ritorno agli investimenti prettamente industriali», oltre che con l'arrivo di nuovi investitori dall'esterno.

«L'era digitale applicata a tutti i tipi di industria - ha concluso il segretario riconfermato - ci spinge verso la quarta rivoluzione industriale. Volenti o nolenti ne faremo parte: dobbiamo solo scegliere se subirla oppure trovare gli strumenti utili per ‘parteciparla'».

Valdarnese di San Giovanni, 50 anni, sposato e padre di due figli, Beccastrini ha iniziato a lavorare a 18 anni in un panificio del Valdarno, prima di passare in un'azienda metalmeccanica. Ha lavorato dall'84 al '91 per la Matec di Scandicci, diventando delegato aziendale Fim e poi, dal '92 al '98, per la Sime Telefonia di Firenze. Nel 2001 è entrato nella segreteria fiorentina della Fim, diventandone segretario generale nel 2009.