Oggi | 14 settembre 2016 15:00

Vino75 firma un accordo con Alibaba

Da Firenze alla Cina: la start up Vino 75, enoteca digitale messa online da quattro giovani fiorentini nel 2014, ha firmato un accordo con la cinese Alibaba per diventarne fornitore.
Vino75 avrà il compito di selezionare il meglio del vino italiano, tra cui le etichette toscane e metterlo a disposizione del colosso mondiale del commercio online.

«Siamo sul catalogo diretto di Alibaba come partner italiano - spiega Andrea Nardi Dei, attuale amministratore delegato - le nostre bottiglie vengono comprate e spedite da loro. Ma presto arriverà anche una nostra pagina che aggregherà aziende italiane da tutta Italia».

Come già raccontato da Toscana24 (leggi qui l'articolo completo ), il business di Vino75, startup innovativa della società 3ND srl, è cresciuto all'interno dell'acceleratore fiorentino Nana bianca, ed è supportato da tre aumenti di capitale che hanno portato lo stesso capitale dagli iniziali 15mila euro a quasi 29mila e che, grazie ai sovrapprezzi, hanno visto l'immissione di risorse per un totale di 900mila euro, sottoscritti dalle società Tbd, Club Digitale (club di investimento in startup) e Club Italia Investimenti 2 spa, veicolo che affianca gli acceleratori italiani. I fondatori hanno mantenuto la maggioranza relativa della società con il 44,6%, mentre il resto è in mano ai nuovi investitori.

L'attività di Vino75 si svolge online, ma Nardi Dei spiega che la start up «è in procinto di aprire il nostro primo Wine Bar sui Lungarni, a Firenze. La data però è ancora da decidere».