Oggi | 13 luglio 2016 14:51

La Toscana resta al top del wedding tourism

La Toscana è la meta privilegiata per gli stranieri che vogliono sposarsi in Italia. A dirlo è la ricerca sul turismo del wedding tourism realizzata dal Centro studi turistici di Firenze che stima un fatturato di oltre 380 milioni di euro nel 2015 per l'intera Penisola.

La regione, nel 2015, ha intercettato il 32,1% del mercato, con un fatturato stimato di 122,7 milioni. A seguire sono la Lombardia, (15,8%), la Campania (14,4%), il Veneto (7,9%) e infine il Lazio, (7,3%). In particolare, la Toscana è la regione più ambita dai turisti provenienti dal Regno Unito che rappresenta il 26,4% della quota di mercato italiana, per un fatturato stimato in 112,4 milioni di euro; dagli Usa (quota di mercato pari al 20,7% e 62,1 milioni di giro d'affari) e dalla Germania (con il 4,9% del mercato e 17,9 milioni).

Più in generale, secondo il rapporto del Centro studi turistici, il pacchetto preferito dagli stranieri comprende una cerimonia in estate, in un Luxury Hotel con rito religioso. Il settore, in Italia, coinvolge circa 52.600 operatori: soprattutto wedding planner (circa 3.150), fotografi (7.300), floral designers (2.200), film-makers (1200) e 8.200 locations. Gli eventi del 2015 hanno generato 333.823 arrivi e 1.145.683 presenze nel paese, con una media di 47 invitati ad evento.

Leggi anche: Nozze in Toscana: business milionario (16/9/2015)