Oggi | 14 gennaio 2016 16:32

Turismo 2015 da record storico a Firenze

Record storico per il turismo a Firenze che nel 2015 supera per la prima volta i 9 milioni di pernottamenti. Rispetto al 2014 gli arrivi sono cresciuti del 2,4% (pari a +80mila unità) e le presenze del 5,6% (pari a circa 480mila pernottamenti). Aumentano anche i flussi turistici nella città metropolitana con 13,6 milioni di presenze pari al +4,8% sull'anno precedente. I dati, raccolti dall'ufficio turismo della Città metropolitana ed elaborati dal Centro studi turistici di Firenze, sono stati presentati oggi in Palazzo Vecchio dall'assessore allo Sviluppo economico e turismo Giovanni Bettarini.

«Uno dei dati più interessanti – spiega Bettarini - è che nella città di Firenze gli arrivi aumentano del 2,4% mentre le presenze del 5,6% passando da due notti e mezzo a 2,6 con un incremento della permanenza che è il doppio di quello degli arrivi. Questo ha effetti importanti da tutti i punti di vista perché significa crescita di tutti i musei e più in generale di tutti i settori connessi al turismo. Registriamo anche alcuni dati eclatanti come la crescita dei turisti cinesi con un incremento del 26,5% o coreani che segnano un +30%. Da questi paesi ci aspettiamo molto, mentre rimangono sempre primi americani e inglesi che rappresentano la base del nostro turismo». Sono sempre gli stranieri, infatti, a trainare la crescita del turismo a Firenze raggiungendo il 76% di share con oltre 6,8milioni di pernottamenti.

Il Centro studi turistici di Firenze sottolinea anche i dati positivi relativi ai passeggeri arrivati all'aeroporto di Firenze: sulla base dei dati pubblicati da Assaeroporti i risultati relativi al periodo gennaio – novembre 2015 evidenziano un aumento dei passeggeri dell'8,8% arrivando a superare i 2,2milioni.

Secondo i dati di Banca d'Italia, nei primi 10 mesi del 2015 la spesa dei viaggiatori stranieri in arrivo in Italia che hanno visitato il territorio della città metropolitana è aumentata dell'8% superando i 2,2 milioni di euro. Sempre nel periodo in esame è cresciuta la spesa procapite giornaliera (da 124,0 a 131,3 euro) mentre la spesa procapite per viaggi è passata da 492,8 a 500,8 euro.

Nel corso della presentazione dei dati sul turismo l'assessore alle attività produttive ha anche proposto al Ministro Dario Franceschini di sostituire la "rigida" tassa di soggiorno con una City Tax, un contributo proporzionale ai prezzi pagati per il pernottamento.

«Stiamo lavorando a una rimodulazione della tassa di soggiorno - spiega Bettarini. Ne abbiamo parlato con il ministro che si è detto interessato e che avrebbe preso questa proposta in considerazione. Ovviamente non si tratta di cosa semplice, perché ci sarebbe comunque da cambiare una normativa nazionale».